Fedez: buon compleanno al “diversamente rapper”

«Non mi considero un rapper, vengo da quell’ambiente, ma ho fatto il culo agli altri, arrivando dove vorrebbero arrivare tutti, almeno in termini di successo – in termini artistici non mi permetto di giudicare. Però in questo ambiente è difficile mettere la testa fuori dal vaso. Ma se non lo faccio adesso, quando lo faccio?» così si era descritto Fedez – all’anagrafe Federico Leonardo Lucia – che oggi spegne ben 29 candeline, durante la presentazione stampa del suo quarto album da solista Pop-Hoolista (2014).

Il cantante è colui che maggiormente ha contribuito a sdoganare il rap in quello che è il panorama musicale italiano, rendendolo pop e accessibile a un pubblico più vasto.

Cigno nero, Magnifico, Alfonso Signorini (eroe nazionale), L’amore eternit, Beautiful disaster e la famosissima hit Vorrei ma non posto – realizzata in collaborazione con l’ex socio J-Ax – sono solo alcuni dei singoli che hanno contribuito al successo del marito dell’Influencer Chiara Ferragni, neo-papà del piccolo Leo.

Fedez vanta collaborazioni con cantanti italiani del calibro di Francesca Michielin, Malika Ayane, Noemi, Elisa, Alessandra Amoroso e internazionali, come l’amico ed ex giurato di XFactor Italia, Mika.

Per il momento il cantante sta lavorando a quello che è l’ultimo album. A luglio si vociferava di una possibile collaborazione con il produttore e cantante Michele Canova e il vincitore delle Nuove proposte a Sanremo, Ultimo.

Sul suo profilo, in occasione del compleanno, è spuntata una tenerissima foto con la dida:«Oggi compio 29 anni, il mio primo compleanno da papà. In braccio ho il regalo più bello che la vita mi potesse fare 🎂 Grazie a tutti per gli auguri! Domani ho una sorpresa per voi! 😉» che ci fa supporre che il nuovo disco sia proprio dietro l’angolo.

Le sorprese pre-nozze dei Ferragnez continuano

It’s the final countdown e in attesa, solo su Instagram, ci sono ben 14milioni di followers.

Il conto alla rovescia per il matrimonio più atteso dell’anno, quello di Chiara Ferragni e Fedez ovviamente, è iniziato. Le nozze tra l’influencer e il rapper italiano sembrano sempre di più la Coachella version di quelle presentate all’interno del programma televisivo “Il mio grasso grosso matrimonio Gipsy”.

Che sarà tutto in grande stile, vista location e tema principale, è più che assodato. A darne conferma sono le sorprese che stanno precedendo il matrimonio:

  • Le scarpine personalizzate del piccolo Leone che portano la scritta “The Ferragnez Boss” giusto per mettere in chiaro chi è il capo in casa.

  • il pupazzo di peluche gigante con le sembianze di Chiara, «Una versione più morbida di me» come ha scritto la ragazza sui social. Si tratta di un cadeau del celebre marchio di Trudi che già vanta un proprio account social:@CFmascotte.

  • Dulcis in fundo, Chiara indosserà un abito firmato dalla maison Dior, realizzato da Maria Grazia Chiuri.

  • Dopo il pupazzone di Chiara, arriva anche il personaggio in gommapiuma gigante del quasi-marito Fedez, stranamente senza tatuaggi.

Stay tuned insomma.

Il pigiama party con gli amici

Nessuna festa da strapparsi i capelli ma un semplice pigiama party a CityLife con gli amici. Mentre Chiara è volata a Noto per finalizzare gli ultimi dettagli delle nozze, il rapper dopo un pomeriggio amarcord all’insegna dei vecchi video, si è lanciato in sfide a ping pong sul tavolo del soggiorno, adibito con tanto di rete, allo scopo.

«Ciao amore, non preoccuparti, qui a casa va tutto alla grande» ha scherzato taggando compagna che, dalla Sicilia ha ironicamente commentato con un: «Ti ammazzo anche per questo». Brindisi finale e via, anche Fedez è pronto per il grande giorno.

Palazzo Nicolaci, nel centro storico di Noto intanto, c’è fibrillazione per i 150 invitati attesi al party inaugurale che precede le nozze. Domani alla cerimonia con rito civile seguirà la vera festa a Dimora delle Balze:  un casale del 1800 nella campagna siciliana.

Tutto l’evento è social free: tutti potranno pubblicare sui social, non ci sarà nessun servizio esclusivo.

Le sorprese pre-nozze dei Ferragnez

It’s the final countdown e in attesa, solo su Instagram, ci sono ben 14milioni di followers.

Il conto alla rovescia per il matrimonio più atteso dell’anno, quello di Chiara Ferragni e Fedez ovviamente, è iniziato. Le nozze tra l’influencer e il rapper italiano sembrano sempre di più la Coachella version di quelle presentate all’interno del programma televisivo “Il mio grasso grosso matrimonio Gipsy”.

Che sarà tutto in grande stile, vista location e tema principale, è più che assodato. A darne conferma sono le sorprese che stanno precedendo il matrimonio:

  • Le scarpine personalizzate del piccolo Leone che portano la scritta “The Ferragnez Boss” giusto per mettere in chiaro chi è il capo in casa.

  • il pupazzo di peluche gigante con le sembianze di Chiara, «Una versione più morbida di me» come ha scritto la ragazza sui social. Si tratta di un cadeau del celebre marchio di Trudi che già vanta un proprio account social:@CFmascotte.

  • Dulcis in fundo, Chiara indosserà un abito firmato dalla maison Dior, realizzato da Maria Grazia Chiuri.

Stay tuned insomma.

Ferragni e Fedez: l’ufficializzazione delle nozze a Rozzano

Chiara Ferragni e Fedez hanno ufficializzato il matrimonio, registrando le nozze presso il Comune di Rozzano nel milanese, paese natale del futuro marito. Mentre si aspetta la tradizionale esposizione delle pubblicazioni, Chiara e Fedez hanno festeggiato con un bacio e un mezzo di rose gialle.

«Oggi pubblicazione del matrimonio, tutto pronto per il primo settembre» ha scritto il rapper 28enne su Instagram.

Dopo la proposta in grande stile all’Arena di Verona, per le nozze a Noto è stato scelto un rito civile intimo – nonostante la diretta streaming per i followers – e il tema Coachella con tanto di hashtag ufficiale #TheFerragnez.

Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo video di Rovazzi

«Io alla gara dei tormentoni non partecipo, ne ho fatti, magari ne rifarò, io bado solo che la cosa piaccia a me. Spero che il pubblico condivida. Di sicuro è una canzone che colpisce, anche perché c’è questo ritornello con la linea elettronica alla Dua Lipa cantato da due persone diverse». Così risponde a Repubblica.it Fabio Rovazzi all’uscita di Faccio quello che voglio, il videoclip della nuova canzone del 24enne milanese che arriva a estate inoltrata ed è un vero e proprio manifesto della volontà di realizzare filmati che strizzano l’occhio più al mondo del cinema che a quello della musica in sé.

La passione per il grande schermo

«Perché sempre più io voglio darmi al cinema, e questo filmato ne è la prova: non aspiro a diventare un cantante in pianta stabile» – «Adoro il cinema, ci ho messo dentro di tutto. Un effetto morphing con cui io divento Cracco preso dagli X Men, il corpo tipografico del titolo che è preso da Arancia meccanica, un certo clima da 007, compresi gli inseguimenti della polizia. E poi ci sono tanti altri riferimenti minimi che ho disseminato per fare felici ragazzi e bambini, lascio a loro scoprirli».

La passione per il cinema è nata sul set del film Il vegetale di Gennaro Nunziante, in cui ha recitato. Dovremo aspettare ancora per il suo debutto da regista perché: «già mi sono fatto fuori mezzo fegato con questo videoclip» scherza Rovazzi che per il momento è a capo della sua società di produzione: Raw.

Trama e personaggi

Rovazzi è “brutto e non sa cantare” e per questo decide di far irruzione, in stile James Bond, nel caveau di una banca per rubare le sembianze e il talento dei vip che vi sono custoditi sotto forma di sciroppo e pillole.

Si trasforma così in Carlo Cracco e Diletta Leotta che cantano rispettivamente con la voce di Emma Marrone e Nek. Viene arrestato e finisce in cella con Al Bano ma riesce a evadere grazie a Briatore. Non solo. Nel video appaiono anche Rita Pavone, Massimo Boldi ed Eros Ramazzotti che con molta ironia afferma: «Per avere la mia voce, basta questa» consegnando all’aspirante ladro in fuga, una molletta della biancheria.

I vip che vi han preso parte, oltre a Gianni Morandi che funge da filo conduttore all’interno dei video di Rovazzi, i vip sono stati scelti con lo scopo preciso di raffigurare situazioni paradossali legate al loro personaggio pubblico.

Il messaggio è aspirare a essere se stessi e non qualcun altro.

Ma Fedez invece?

«Sono e sarò sempre grato a Fedez per quello che ha fatto per me, per la spinta che mi ha dato all’inizio, per la mano che mi ha dato durante il mio percorso. Poi le amicizie nascono, crescono, corrono e a volte inciampano: in questo caso siamo inciampati perché abbiamo in mente delle idee differenti, io ho delle velleità totalmente diverse dalle sue. E la nostra amicizia mescolava il lato artistico e quello umano. Finita la collaborazione artistica, anche la parte umana ha avuto dei problemi. Spero che i rapporti si risanino con il tempo».

Staremo a vedere come evolverà la situazione. Quel che è certo è che Rovazzi non sarà a Noto questo settembre.